Post recenti

Ambulanze digitali e polizia con i droni: la rivoluzione «5G»


Tra quattro anni, non appena saranno disponibili anche le frequenze da 26 GHz — grazie al riuso delle antenne del digitale terrestre — saremo entrati definitivamente nell’era 5G. A quel punto le applicazioni che gireranno sul nuovo standard tecnologico della telefonia mobile svilupperanno tutte le potenzialità portandoci nell’epoca degli oggetti connessi e della cosiddetta robotica intelligente nell’automazione industriale. I tempi di latenza, cioè di risposta agli stimoli degli utenti, saranno bassissimi, inferiori ai 10 millisecondi, quasi alla pari del cervello umano.

Leggi tutto su corriere.it


Post in evidenza